Cavallino Classic 2020

Roberto Brandoli invitato come Honorary Judge alla 29° edizione

Cavallino Classic, uno dei più importanti eventi internazionali dedicato esclusivamente ad automobili Ferrari, sia d’epoca che moderne, ha rinnovato la convocazione di Roberto Brandoli in qualità di giudice del Concorso d’Eleganza Cavallino Classic, 29° edizione, nel gruppo Giudici Onorari (foto di apertura). 

Per svolgere questo importante ruolo, Roberto è arrivato a West Palm Beach, Florida, qualche giorno prima del concorso per iniziare a conoscere le vetture. Ha partecipato al Symposiuum e ai diversi eventi in programma, fino al Charity Bruch conclusivo Classic Sports Sunday a Mar-a-Lago.

Il giorno del concorso, sabato 25 gennaio, insieme agli altri esperti selezionati nel gruppo Giudici Onorari, ha assegnato il premio Honorary Judges Award alla Ferrari 410 Super America (nella foto qui sotto).

La partecipazione a Cavallino Classic 2020 di Roberto ha catturato l’attenzione del quotidiano italiano online gazzetta.it, pagina Motori, che ha voluto raccogliere la sua testimonianza:

ITALIANI DA ESPORTAZIONE – Nel gruppo di giudici onorari chiamati a Palm Beach ad esaminare i 140 modelli in concorso, c’è l’italiano Roberto Brandoli, fra i migliori restauratori al mondo di Ferrari d’epoca, portabandiera della grande tradizione degli artigiani della Motor Valley: proprio alla storica carrozzeria modenese Brandoli si devono infatti i restauri di alcune delle più belle Ferrari degli Anni 50,60, e 70. “La missione del nostro comitato è quella di selezionare una Ferrari che, tra quante partecipano al Concorso, presenti inequivocabili caratteristiche di unicità”, racconta Brandoli, Giudice d’Onore a Cavallino Classic da 6 anni. “Nella scorsa edizione abbiamo assegnato il premio Honorary Judges Award a un raro prototipo Ferrari 275 Gtb Battista Pininfarina (numero di serie 6437), che per storia e stato di preservazione ha meritato la ribalta”. I 97 giudici sono in prevalenza statunitensi, con importanti nomi provenienti da altri Paesi europei. “Con me c’è Simone Schedoni, altro illustre nome modenese nel mondo dell’automobilismo, chiamato con me a valutare la preservazione delle Ferrari d’epoca e la precisione delle singole componenti che formano la vettura – continua Brandoli -. La famiglia Barnes che organizza l’evento e tutti i colleghi giudici nutrono profondo rispetto per i professionisti italiani, e per me è un grande onore rappresentare Modena e una cultura del restauro che ha nel nostro territorio un punto di riferimento assoluto”.

Il premio The Scuderia Ferrari Cup – For the finest Competition Ferrari 2020 è stato assegnato a una vettura eccezionale: la Ferrari 750 Monza Prototipo, telaio 0428 MD, del 1954, carrozzeria Scaglietti.

Link esterno sito ufficiale Cavallino Classic www.cavallino.com

I prossimi principali eventi dove possiamo incontrarci?

  • Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2020
  • Modena Cento Ore 2020
  • Rally Padre Figlio 2020

Foto da Cavallino Classic