Quanto ci metti a restaurare la mia Ferrari?

Ecco come prenotare il nostro servizio di restauro.

Maggio 2018

Le domande che ci pongono i Clienti che si avvicinano per la prima volta al nostro laboratorio di restauro sono sostanzialmente tre:

  • Quanto mi costerà il restauro della mia Ferrari?
  • Quando cominci?
  • Inizi subito, vero?

Per dare riferimenti chiari, abbiamo deciso di progettare il servizio di prenotazione del restauro.

Ecco in cosa consiste:

  1. Tra noi e il Cliente avviene uno scambio di informazioni, a cui può seguire un incontro per valutare a prima vista lo stato della vettura.
  2. Il Cliente porta l’auto in Brandoli.
  3. Noi smontiamo la vettura, trattiamo la scocca togliendo la vernice e la sabbiamo.
  4. Ispezioniamo tutte le componenti per individuare quali dovranno essere ricostruite perché mancanti o gravemente danneggiate, quali potranno essere restaurate.
  5. Condividiamo la nostra analisi con il Cliente, mostrandogli nel dettaglio lo stato del veicolo.
  6. Calcoliamo l’entità dell’investimento.
  7. Successivamente comunichiamo al Cliente l’investimento richiesto per il restauro, in ogni suo dettaglio.

 

Alla fine di questa prima fase del progetto, il Cliente ha la precedenza per avere prenotato il servizio.

Quando entriamo nel vivo della lavorazione, diamo la visibilità sul restauro attraverso l’uso delle videoconferenze.

Perché sappiamo quanto è importante per te seguire l’evoluzione del progetto.

Vuoi programmare ora il restauro della tua Ferrari?

Scrivici una email descrivendo accuratamente il modello, la serie, l’anno di produzione, il numero di telaio, se è guida destra o guida sinistra, e alcune fotografie.

Noi cominciamo a lavorarci subito e ti contatteremo il prima possibile!

Roberto Brandoli

brandoli-restauri-auto-epoca
Restauro totale di una carrozzeria di auto d’epoca

 

servizio-prenotazione-restauro-brandoli
Lavori di assemblaggio di carrozzeria di una Ferrari 275 GTB