egidiobrandolidino206sp_2

La nostra passione per le Ferrari in alluminio

Un metallo che richiede precisione e pazienza maniacali

Sono Egidio Brandoli e questa Dino 206 Sport Prototipo è stata restaurata nel nostro laboratorio da mio figlio, Roberto, insieme ai ragazzi del nostro laboratorio.

Perché sono io a parlarti di questo progetto?

Semplice. La mia passione per le Ferrari è al massimo quando metto le mani su vetture complesse come questa: in alluminio, degli anni ’60, e da corsa!

dino_egidio_amore_2

Il proprietario, nostro fedele Cliente, vuole rimettere in marcia questo splendido esemplare fabbricato nel 1967 nella Carrozzeria Scaglietti. In quell’epoca ero da 5 anni nella squadra di Sergio Scaglietti e sulle vetture ci lavoravamo giorno e notte.

Il restauro che ci è stato richiesto è stato estremamente complesso: e davanti a sfide come questa, alla Brandoli, non ci tiriamo indietro!

Qual è stata la maggiore complessità che Roberto e i ragazzi hanno affrontato?

La capacità di immaginare l’auto finita in ogni sua parte, anche le più nascoste, quando davanti hai solo il telaio.

Di questi tempi, in cui gli oggetti vengono prodotti dai robot, tendiamo a dare per scontato l’importanza dell’immaginazione nel campo del restauro. Noi siamo partiti, ancora una volta, smantellando l’auto e ricostruendola a mano, da zero, nel pieno rispetto dell’originalità di fabbrica.

dino206sp_telaio_2
La creazione della carrozzeria in alluminio, alla Brandoli, è di prassi. È un metallo duttile che richiede la massima cura durante la lavorazione. Il risultato finale è un’auto piacevole, leggera: per questo l’alluminio è perfetto per le automobili da corsa, come questa Ferrari Dino 206 SP.

Per tutelare l’alta qualità del prodotto finale abbiamo messo in campo ricerche fotografiche, consultato libri, incontrato esperti che come me hanno una memoria storica. E, a proposito di storia, sono stati fondamentali sia la nostra visita al Mogam (Modern Gallery of Modern Art) di Catania sia le informazioni e la documentazione fornite dall’esperto Marcel Massini.

Quella che vedi nella fotografia è l’auto prima della verniciatura. Dopo il montaggio della meccanica, la Dino tornerà alla Brandoli per la finitura di ogni dettaglio.

Che dire… Gioia pura!

Vuoi ammirare la Dino 206 SP alla conclusione del progetto?

Continua a seguirci iscrivendoti alla nostra newsletter!

brandoli-team_2