Home
i Brandoli
 
 
Brandoli
Artwork



 

   
         
     

La nascita della carrozzeria Brandoli risale all'anno 1980 e coincide con la storia della vita di Egidio Brandoli, fondatore dell'attività. Da quell'anno l'officina si è sviluppata e ha raggiunto un prestigio riconosciuto dai clienti, che provengono da tutto il mondo, dagli amanti di auto d'epoca, dagli intenditori e dai colleghi. L'attività Brandoli fa parte di una rete di Autorestauratori specialisti attivi sul territorio modenese.

Per ripercorrere la storia della carrozzeria occorre risalire al momento in cui nel 1963 Egidio inizia a lavorare presso l'officina Scaglietti di Modena e ancora prima quando, bambino, maneggiava ferri vecchi nel cortile della casa in capagna per costruire giochi ingegnosi. Da giovanissimo il primo posto di lavoro è stato in una vecchia officina meccanica del paese natale, Castelnuovo Rangone, in provincia di Modena e vicino a Montale.

Negli anni Sessanta iniziano a farsi sentire con sempre più determinazione i bolidi di casa Ferrari che escono dalla vicinissima Maranello. Egidio non resiste al loro richiamo e così decide di passare dalla meccanica alla carrozzeria. Per diciassette anni, dal 1963 al 1980, lavora insieme a ingegneri, meccanici, carrozzieri che hanno creato quelle fuoriserie a cui oggi è riconosciuto a pieno titolo un grande prestigio e il valore di esclusività, ma che già allora erano creazioni all'avanguardia. Nel reparto "esperienze" Egidio ha lavorato sui prototipi e a una loro continua innovazione sotto lo sguardo di Enzo Ferrari, persona esigente e perfezionista che dai suoi uomini ha sempre preteso il massimo dell'impegno e una precisione minuziosa. Bravura, costanza, passione lo hanno portato alla promozione di vice capo della Scaglietti. Negli anni della permanenza presso l'officina ufficiale Ferrari Egidio ha lavorato su 250 GTO, 250 LM, 250 GTL, parecchi prototipi tipo 330 Sport/Prototipo, 275 GTB/2 e GTB/4, Dino 206 Sport/Prototipo, Dino 206 GT, Dino 246 GT, 365 GTB/4 "Daytona", 365 GTS/4 Daytona Spider, 512 S, 512 M, 312 P, 365 GT4 BB, 365 GTB/4 competizione, 246 GTS, Dino 308 GT4 Bertone, 308 GTB/GTS. Quando viene creato il nuovo reparto dedicato al restauro di vetture firmate dal Cavallino, per l'assistenza clienti e la riparazione, è lui l'esperto incaricato come responsabile.

Sono anni in cui nascono tante amicizie, professionali ma non solo. Tra queste, Egidio racconta che quella con Sergio Scaglietti ha contribuito molto alla sua realizzazione personale. L'affiatamento e il rispetto reciproco hanno probabilmente giocato un ruolo importante nell'avviamento dell'attività in proprio.

Alla fine degli anni Settanta la Scaglietti viene venduta all'azienda Fiat e ne seguono gli ordinari cambiamenti di organizzazione e del personale. I nuovi dirigenti eliminano il reparto di restauro e assistenza, un ambito in cui Egidio credeva molto e in cui aveva riposto tutto il suo impegno. Non passa molto tempo quando non più appagato e in disaccordo con le scelte messe in atto, intraprende nel 1980 l'avventura solitaria tutta dedicata al restauro di auto d'epoca. Al suo fianco nella sede di via Zenzalose a Montale Rangone la moglie Renata che segue l'amministrazione, a cui subentra poi la figlia Francesca nel 1991. Roberto, il figlio maggiore, insieme agli altri due fratelli, Riccardo e Cecilia, hanno sempre gironzolato intorno a ritagli di lamiera, attrezzi e parti di auto terminate che non si potevano neanche sfiorare perchè frutto di ore piccole e di grande impegno. Un aspetto importante della carrozzeria Brandoli è proprio la conduzione famigliare: senza la passione e la capacità che Egidio ha saputo trasmettere ai figli, un'attività così importante non sarebbe potuta nascere. È Roberto Brandoli ad accogliere l'eredità professionale del padre che affianca dal 1984. L'esperienza di Egidio Brandoli è dimostrata dai fatti. Molti concessionari Ferrari gli portavano già allora, negli anni ottanta all'inizio dell'attività in proprio, vetture da riparare.

Con gli anni è diventato uno dei migliori specialisti del restauro, un punto di riferimento per appassionati che esigono una manodopera precisa e originale, per collezionisti Ferrari di tutto il mondo che pretendono un'auto perfetta. Alla carrozzeria Brandoli, oggi come un tempo, si segue personalmente il ciclo completo di lavorazione: dalla riparazione alla ricostruzione integrale di parti mancanti e introvabili che vengono create fedelmente dal progetto o dal prototipo originale dell'auto.

 
 




 
Italiano English