Quattroruote Academy 2017

Come si restaura una Ferrari?

Egidio Brandoli lo ha raccontato agli studenti del master in restauro di auto d’epoca

“Com’era lavorare alla Scaglietti?”

“Quali sono gli strumenti che utilizzi per creare le curve delle carrozzerie delle Ferrari?”

 

Sono alcune domande che i 15 studenti della Quattoruote Academy hanno rivolto al nostro Egidio Brandoli quando, martedì 25 luglio 2017, siamo stati a Rozzano (Milano), all’auditorium dell’Editoriale Domus per raccontare come, alla Brandoli, rimettiamo in marcia esemplari unici di Ferrari che hanno oltre 50 anni di vita.

In classe erano presenti tutti i giovani selezionati del master per restauratori di auto d’epoca, un corso di formazione professionale organizzato da Ruoteclassiche in collaborazione con ASI (Autoclub Storico Italiano) con l’obiettivo di dare spazio sia a lezioni tecniche sia alle esperienze dei professionisti più qualificati del settore del restauro delle automobili d’epoca.

Il racconto di Egidio ha spaziato dalla sua esperienza alla Carrozzeria Scaglietti al percorso che lo ha portato ad inaugurare il nostro laboratorio di restauro che ancora oggi porta il suo nome. La gestione della complessità del processo di restauro di vetture prestigiose come le Ferrari è stato un argomento che ha catturato l’interesse degli studenti e che ha stimolato molte domande e un interessante confronto.

Cecilia Brandoli ha risposto alle domande relative all’ambito della comunicazione, dei social network e delle pubbliche relazioni, aspetti che hanno una importanza determinante nel settore dell’artigianato italiano.

Vuoi saperne di più sul Master? Clicca qui